METE EDUCATIVE

PTOF 2016-18 Scuola dell'Infanzia

Dai principi discendono alcune mete educative:

          La realtà totale cui il bambino va introdotto dall’Educatore, perché il mondo gli è sconosciuto e può fargli paura.

          Che il primo approccio avvenga con facilità, serenamente e con soddisfazione può essere fondamentale.

          Il bambino non è un sacco vuoto che va riempito, in un certo senso non è neanche creta da plasmare come fa il vasaio perché ha già una sua struttura originale, un verso, un orientamento, che occorre assecondare e potenziare. Si tratta di esigenze fondamentali date per natura: l’esigenza di ciò che è buono, vero, bello, giusto . La soddisfazione di queste esigenze mette la persona a suo agio, la rende libera.

          Se c’è il mondo, cosa centra con me e io con lui? Se mi schiaccia soltanto non sono contento, non sono libero. Ugualmente se gli sono indifferente. Se trovo una connessione tra me e il mondo allora sperimento stupore, la bellezza della scoperta la posizione dell’attesa, l’energia della creatività dell’intervento.

PROPOSTE INNOVATIVE

PTOF 2016-18 Scuola dell'Infanzia

1) Insegnamento dell’inglese alla Scuola dell’infanzia.

– Da diversi anni è attivato il corso per l’insegnamento della lingua inglese con la madrelingua.

– Si realizza in due appuntamenti settimanali di 60 minuti da tenersi il mattino ed in incontri di continuità con la scuola primaria per i bambini più grandi.

2) Laboratorio di Psicomotricità,  articolato in appuntamenti settimanali di 30 minuti per gruppi di 10 bambini.

3) Laboratorio di propedeutica musicale e “Progetto  Coro”

4) Progetti di continuità con la Sezione Primavera e con la Scuola Primaria.

5) Laboratorio di pittura.

6) Laboratorio di cucina.

7) Laboratorio di Animazione Espressiva.